Incontri con l’ostetrica

Non si tratta di un momento esclusivamente femminile, bensì il corso preparto è il momento durante il quale mamma e papà prendono coscienza del corpo che si  modifica, del piccolo che cresce, del travaglio che si avvicina e del parto che cambierà in positivo, per sempre la vita della coppia che in un lunghissimo attimo di gioia diventerà famiglia. Sono appunto la sicurezza e la serenità a giocare un ruolo vincente.
I corsi preparto non potranno garantire che tutto vada nel modo giusto, o per lo meno nella maniera che ci si attende, eppure la donna che sa con precisione quali sono le modifiche fisiche che la interessano, che conosce le fasi del travaglio e i metodi per affrontarlo si dimostrerà certamente meno vulnerabile e fragile, capace di affrontare qualsiasi difficoltà. Durante le lezioni del corso preparto, che durano circa 1 mese e mezzo la donna impara dunque a conoscersi meglio, conoscere meglio il proprio bambino e le reazioni del proprio fisico.
A cura della prof.ssa Martina Zoffoli

corsi-ostetrica incontro 1 – Percezioni del bambino
“Quando il neonato era nel ventre materno viveva, condivideva  con la mamma i suoi ritmi e le sue pulsazioni. Il battito del cuore era la sua ninna nanna rassicurante. Una volta venuto al mondo l’ambiente circostante è differente ma c’è ancora quella ninna nanna rassicurante che può calmarlo e tranquillizzarlo. Adagiatelo sopra di voi quando è agitato, fategli appoggiare la testina sopra la parte sinistra del vostro petto, fate lunghi respiri profondi . Il vostro battito cardiaco tranquillo e sereno il vostro respiro lento e liberatorio aiuteranno il piccolo a calmarsi. L’importante, in questi momenti,  è conoscere se stessi, controllare il proprio livello di tensione e cercare di rilassarci. Non si può pensare di far calmare il vostro bimbo se siete contratti e tesi, percepirà il vostro livello di tono muscolare alterato e si irrigidirà ulteriormente.”
incontro 2 – Travaglio e parto
Per prima cosa definiamo travaglio: per travaglio si intende quella fase in cui il corpo mette in atto tutta una serie di soluzioni meccaniche e fisiologiche per prepararsi all’espulsione del feto. Questa fase è accompagnata da una serie di contrazioni uterine. E’ possibile riconoscere e distinguere una contrazione uterina da altri tipi di dolori osservando l’origine del dolore: una contrazione uterina avrà origine nella zona lombare (parte bassa della schiena) ed avrà ripercussioni sulla pancia che si contrarrà e si indurirà. Le contrazioni legate al travaglio hanno la caratteristica di essere cadenzate nel tempo a differenza di altri tipi di contrazioni uterine che possono verificarsi durante la gravidanza e che invece sono sporadiche (Contrazioni di Braxton Hicks).
Generalmente il travaglio può avvenire a partire dalla 38° settimana fino alla 41° settimana, travagli al di fuori di tale periodo vengono indicati rispettivamente con i termini: travaglio prematuro e travaglio protratto, dopo la 41 settimana è necessario recarsi all’ospedale anche in assenza di contrazioni.

incontro 3 – Allattamento
Gli ultimi studi dimostrano quanto l’allattamento al seno apporti alla mamma e al bambino benefici:
la presenza degli anticorpi materni permettono una maggiore difesa immunitaria, l’allattamento diminuisce la probabilità di carcinoma mammario ecc.
La più frequente domanda posta dalle neomamme è: OGNI QUANTO DEVO ATTACCARLO?!
L’allattamento, soprattutto nelle prime settimane di vita, non deve seguire orari rigidi: se attaccate il bambino quando mostra di avere fame, senza farlo attendere troppo, eviterete che, succhiando in modo frenetico, possa irritare il capezzolo.
Ciò permette al bambino e alla mamma di prendere i ritmi personali e soggettivi e di conoscere rispettivamente i propri bisogni.
Quante domande…a cui inizieremo a dare qualche importante risposta.

incontro 4 – Post-parto
Il puerperio è il periodo dopo il parto che dura circa 6-8 settimane, durante il quale il bambino vive le sue prime esperienze a contatto con l’ambiente esterno.
In questo periodo la mamma riprende progressivamente il suo stato pre-gravidico. L’utero subisce una involuzione che lo riporta alla normalità: si avranno inoltre delle perdite vaginali simili alle mestruazioni, dovute all’eliminazione da parte dell’utero dei tessuti della gravidanza. Queste perdite sono costituite da sangue fino alla 4°-5° giornata, poi diventano più fluide fino alla 10°-15° giornata, per assumere infine un aspetto cremoso e biancastro, sono inodori e non devono essere accompagnate da febbre (in questo caso consultare il medico).
Le condizioni generali della madre saranno caratterizzate da uno stato di affaticamento e sarà essenziale che in questa fase si riposi molto. Tuttavia è consigliata una ripresa graduale dell’attività, possibilmente già dai primi giorni perchè il movimento favorisce si ail drenaggio del sangue sia una spinta motivazionale alla ripresa delle attivItà normali. L’attività inoltre previene le trombflebiti e riduce l’incidenza delle infezioni uterine.

durata corso: un mese e mezzo, 4 incontri – durata: 2h – aperto alle coppie in attesa
n° posti limitato – preiscrizione obbligatoria

 

Vuoi partecipare? Scopri DOVE e QUANDO
Dott.ssa Martina Zoffoli

La Dott.ssa Martina Zoffoli è un'ostetrica appassionata che mette al centro del suo lavoro la coppia e la donna, vista non solo come mamma, ma come persona all'interno di un contesto sociale e una famiglia di cui segue tutto il percorso evolutivo (nascita, infanzia, adolescenza, maturità, gravidanza, menopausa, terza età). Dopo la laurea all'Università di Bologna, si è specializzata presso l'Università Carlo Cattaneo di Varese con un master in coordinamento per le professioni sanitarie. In seguito ha approfondito tutti gli aspetti legati alla gravidanza, al parto e al puerperio come: assistenza in autonomia al travaglio, parto, post-parto fisiologici; sorveglianza dello stato di salute materno/fetale; diagnosi delle anomalie del travaglio e del parto ed assistenza in equipe; sostegno, assistenza e cura della mamma e del bambino; sostegno nell'allattamento al seno; educazione globale alla salute sanitaria e sessuale; sostegno alla famiglia. Ora cerca di trasmettere il suo bagaglio di esperienza attraverso corsi pre e post-parto. Lei si vede come un'amica che accompagna la coppia nel più bel viaggio della propria vita e questo approccio rende ancora più facile per le mamme e i papà che segue, vivere bene il momento della nascita di un bebè.
c/o Bimbo Store di Cesena Centro Coming di Martorano - via Q. Bucci, 65 - Tel. 0547 1901567 - info@mamiepapi.it
Powered by Promos Rimini - Privacy Policy